1 5

La feijoa sellowiana per il benessere di palato e corpo

La feijoa è un frutto esotico, coltivato anche in Italia, ancora poco diffuso che può essere utilizzato facilmente in cucina, e che ha numerose principi attivi benefici per la salute. Ecco tre ricette facili per usarla

A cura di Marzia Mariscalco

 

La feijoa, nome scientifico Feijoa sellowiana, è una pianta sempreverde perenne appartenente alla famiglia delle Myrtaceae. E’ originaria dell’America del Sud ma successivamente si è diffusa in altri paesi tra cui l’Italia e in particolar modo in Toscana, Liguria, Calabria e Sicilia. La sua polpa si presenta di colore bianco-aranciato, il suo sapore è dolce, un misto fra ananas e fragola. I frutti, eduli, sono disponibili da ottobre a dicembre. Esistono diverse cultivar, ad esempio le varietà Apollo, Colidge, Gemini, Mammoth, Moore Triumph che differiscono fra di loro per il tempo di maturazione, la grandezza e la qualità dei frutti, nonché la diversa impollinazione delle piante.

 

LEGGI ANCHE: I cibi anti cellulite

 

La feijoa sellowiana, detta anche Acca sellowiana e Pineapple Guava, è molto importante per le sue proprietà nutritive e organolettiche, cosi come evidenziato nella relazione Impieghi degli estratti di Feijoa Sellowiana in preparazioni cosmetiche della Dott.ssa Lydia Ferrara - Dipartimento di Chimica Farmaceutica, Facoltà di Farmacia dell'Università di Napoli Federico II - pubblicata su "Cosmetic News" n. 129. Le foglie essiccate, per esempio, sono ideali per infusi e i fiori, freschi e deliziosi, si possono aggiungere alle insalate per dare un tocco in più. 

Il frutto ha pochi grassi, ha un’elevata concentrazione di iodio (3 mg./100 gr. di prodotto fresco ), la cui la scarsità nell’organismo umano produce l'insorgenza del gozzo, e non contiene colesterolo. 
A livello dietetico, il frutto apporta 70 kcal. per 100 gr.. La frutta fresca contiene (per 100 gr): 
Proteine 0,9% 
Potassio 166 mg 
Grassi 0,2% 
Sodio 5 mg 
Carboidrati 10% 
Calcio 4 mg 
Niacina alta Fosforo 10 mg V
itamina C 28-35 mg (alto)
Ferro 0,05 mg

Fonte: Yearbook

LEGGI ANCHE: I cibi sani che si mangiano di rado

 

Foglie, frutti (soprattutto i semi) e steli hanno proprietà antibatteriche. I frutti presentano, inoltre, proprietà antiossidanti. Oltre tutte queste caratteristiche nutrizionali e organolettiche, è importante menzionare le proprietà che ne determinano l’uso in campo cosmetico. L’estratto vegetale è ricco di principi attivi con funzionalità emollienti, ammorbidenti, toniche, rinfrescanti, elasticizzanti, dermopurificanti e stimolanti e viene usato da diverse aziende nella composizione dei propri prodotti. 

In cucina, la feijoa è utilizzata per fare frullati di frutta, marmellate e gelati, per aromatizzare vino e liquori, per dare sapore a yogurt, nonché per dare più sapore a risotti e secondi di carne. In Nuova Zelanda, per esempio, la feijoa, importata dal Brasile, serve come materia prima per oltre 20 articoli, tra champagne, conserve, succhi di frutta e oli essenziali (cit. The Environment In The News - 6 Febbraio 2007 – United Nations Environment Programme - www.unep.org/cpi/briefs/2007Feb06.doc). Di seguito tre ricette da fare in casa, semplici, veloci e di sicuro successo.


LEGGI ANCHE: 5 ragioni per non mettersi a dieta

 

Marmellata di feijoa 
Ingredienti: 
1 kg di polpa
400 gr di zucchero 
succo di 1 limone
Tagliate la feijoa a fettine e mettetela in una casseruola insieme a zucchero e succo di limone. Lasciate cuocere lentamente, rimestando di continuo, fino a quando la marmellata non avrà raggiunto la consistenza desiderata. A metà cottura, prendete una piccola parte di feijoa, frullatela e rimettetela sul fuoco. Versate la marmellata in vasetti che avete precedentemente bollito, e chiudeteli ermeticamente mettendoli sottosopra. Rigirateli solo dopo averli fatti raffreddare a temperatura ambiente. 

Feijoa allo zucchero 
Ingredienti: 
200 gr di zucchero 
100 ml di acqua 
10 feijoa 
Sciogliete lo zucchero nell’acqua in un tegame a temperatura ambiente. Sbucciate le feijoa e tagliatele a fettine. Immergetele nello sciroppo e lasciatele cuocere per qualche minuto, in modo che il frutto si ammorbidisca. Mettete le fettine su un foglio di carta forno e infornate per qualche tempo fino a che non lo sciroppo non si sarà asciugato.

DAL FORUM: Cellulite, cibi si, cibi no

Torta al cioccolato e feijoa 
Ingredienti: 
100 gr di burro a temperatura ambiente 
80 gr di zucchero semolato
2 uova 
100 gr di farina 00 
1 vasetto di yogurt bianco 
1 bustina di lievito 
10-12 feijoa 
100 gr di cioccolato fondente a scaglie 
1 cucchiaino di cannella in polvere 
Sbattete le uova, lo zucchero e il burro. Aggiungete la farina miscelata con il lievito, lo yogurt, la feijoa a fettine, il cioccolato fuso a bagnomaria e la cannella. Versate il composto in una teglia di 24 cm di diametro, preventivamente imburrata e infarinata, e informate a 180° per 20 minuti circa.