gpt skin_web-sos-0
gpt strip1_generica-sos
gpt strip1_gpt-sos-0
1 5

Il mio fidanzato fa cybersex

/pictures/2016/09/13/il-mio-fidanzato-fa-cybersex-3615881498[1000]x[418]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-sos

Il fidanzato fa sesso online con altre persone: come reagire a una situazione così inaspettata? Ne parliamo con la psicologa Emmanuella Ameruoso

Se il fidanzato fa sesso online

Ci scrive una nostra lettrice:

"Il mio ragazzo, con cui sto da due anni, si masturba davanti a siti in cui può vedere altri utenti di tutto il mondo grazie alla webcam, non so se sia un comportamento normale, fatto sta che quando l'ho scoperto ci sono rimasta veramente male, anche per paura di non piacergli e di non soddisfarlo, inoltre mi ha confessato che delle volte accade che pensa ad altre ragazze, soprattutto a una, per raggiungere l'orgasmo mentre facciamo l'amore.. io non so più cosa pensare e cosa devo fare."

Il cybersex è un comportamento abbastanza comune e attualmente sostituisce molte relazioni con le quali si ha difficoltà di interazione. Può creare quindi ‘dipendenza’. Fare sesso su internet significa essere liberi da giudizi altrui poiché non vi è il contatto diretto con la persona che è dall’altro capo della webcam. E’ quindi un sesso disinibito poiché svincolato da opinioni, pareri e sguardi. Si può fare di tutto attraverso queste webcam e chat erotiche e oltre ai messaggi scambiati in tempo reale anche le immagini sono riprese al momento. E’ quindi facile passare tanto tempo davanti ad un PC per soddisfare, curiosare e sperimentare un’esperienza appagante dal punto di vista fisiologico.

La fedeltà è possibile?

Ed è proprio in adolescenza che si comincia a testare la propria sessualità. In effetti l’identità sessuale non è ancora formata e internet diviene un mezzo per conoscere un mondo sul quale ci si affaccia. Facilmente quindi si cade nel commercio di materiale ‘virtuale’ ossia foto di nudi in cambio di soldi. Può capitare anche di incontrarsi per avere rapporti sessuali con un partner (s)conosciuto su internet. I giovani iniziano a visitare i siti pornografici già dai 15/16 anni e in base ad una ricerca della Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale i problemi di eiaculazione precoce o di erezione sono in aumento in soggetti al di sotto dei 25 anni.

Cosa imparare dal tradimento?

Uno studio (2013) di Ballester Arnal ha valutato la disponibilità delle donne a ricercare il sesso online per stimolare la fantasia e l’immaginazione mentre gli uomini tendono a prediligere le chat erotiche per praticare la masturbazione sperando nell’incontro reale in un momento successivo.

E’ quindi facile comprendere quanto sia preferibile accedere direttamente ad internet piuttosto che ‘riuscire’ a trovare qualcuno che sia disponibile ad avere un rapporto sessuale nell’immediato e con la quale necessariamente bisogna relazionarsi. Soprattutto per i più giovani, che possono anche essere già in coppia, il sesso online rappresenta una trasgressione, un modo per soddisfare i propri istinti anche quando l’attrazione per il partner è scemata. Il ‘tradimento’ vissuto in internet sembra essere differente poiché fisicamente l’altro non è presente ma scoprirlo da parte del compagno/a comporta sempre un vissuto abbandonico.

Come superare un tradimento

Quando un tradimento del genere viene scoperto, i fantasmi della fine di una storia, del mancato appagamento affettivo e relazionale insorgono e la paura prende il sopravvento poiché significa che ‘qualcosa non va’. E’ bene in questi casi parlarne liberamente per comprendere se la situazione riguarda una ‘crisi di coppia’ oppure una di tipo individuale.

gpt native-bottom-foglia-sos
gpt inread-sos-0
gpt skin_mobile-sos-0