gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Guida agli assorbenti esterni

/pictures/2017/05/02/guida-agli-assorbenti-esterni-189811374[788]x[328]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-sex

Gli assorbenti esterni sono quelli più utilizzati da noi ragazze durante le mestruazioni. Ecco tutto quello che dovete sapere su questo tipo di tamponi per igiene intima

Assorbenti esterni: la guida completa

Dopo aver risposto alla domanda “perché abbiamo le mestruazioni?”, oggi vogliamo illustrarvi il variegato mondo degli assorbenti esterni. Sì, perché, anche se non vorremmo mai avere nulla a che fare con i tamponi per l’igiene intima, una volta al mese, ognuna di noi è costretta ad indossarli per almeno 4-5 giorni. Ma quali sono gli assorbenti esterni più adatti a te, al tuo flusso, alle tue esigenze? Quali sono i consigli fondamentali che dovete conoscere per usarli? In questa guida vi spieghiamo tutto, ma proprio tutto, sugli assorbenti esterni.

Assorbenti interni: tutto quello che dovete sapere

Cosa sono gli assorbenti esterni

Può sembrare banale, ma per prima cosa è importante fare una distinzione tra assorbenti esterni ed interni. Mentre i secondi, sono quelli che la maggior parte di noi ragazze utilizza al mare, in piscina o in palestra e che si presentano come dei piccoli cilindri con cordicella finale, gli assorbenti esterni sono i più diffusi e si presentano in scatola, spesso ripiegati e chiusi in bustina. Se le nostre nonne utilizzavano assorbenti esterni lavabili in cotone o in lino (che tra l'altro stanno tornando in auge, specie per motivi ecologici), da dover sciacquare accuratamente ad ogni utilizzo, dagli anni ’50 è iniziata la diffusione degli assorbenti esterni usa e getta, comodi e da poter cambiare e buttare ogni volta che ce n’è la necessità. Eppure, anche questi riservano qualche brutta sorpresa.

Assorbenti esterni e fastidi

Sebbene l’invenzione degli assorbenti esterni usa e getta abbia rappresentato una vera e propria rivoluzione, le fibre sintetiche utilizzate per la realizzazione di questo tipo di tamponi può provocare alcuni fastidi, come irritazione, prurito, infezioni. Proprio per questo, è importante cambiarli molte volte al giorno, anche se il flusso è scarso, e questo vale soprattutto in estate o quando si indossano indumenti particolarmente stretti (pantaloni skinny, leggings, collant). Solo con un po’ di accortezza e sostituendo spesso l’assorbente, si potranno evitare infezioni e fastidiose irritazioni.

Come si usa la coppetta mestruale

Tutti i tipi di assorbenti esterni

Come probabilmente avrai capito da sola, soffermandoti davanti allo scaffale dei prodotti per igiene intima in un supermercato o in una profumeria, non esiste soltanto un tipo di assorbente esterno, ma è necessario distinguerne almeno 6: ci sono i classici assorbenti regolari, quelli ideali per un flusso moderato, che possiamo a loro volta suddividere nelle categorie “assorbenti con ali” e “assorbenti senza ali”; poi ci sono i maxi assorbenti (o super assorbenti), consigliati per chi ha un flusso mestruale piuttosto abbondante; ci sono gli assorbenti overnight (o da notte) che sono più lunghi degli altri e sono perfetti per assorbire le mestruazioni durante tutte le ore del sonno; esistono, infine, gli assorbenti igienici per la maternità, molto più lunghi e più larghi anche di quelli overnight e necessari alle mamme, per contenere i cosiddetti lochi, ossia le perdite post-parto. Molte ragazze, anche una volta terminate le mestruazioni, sono solite utilizzare i salvaslip, piccoli assorbenti esterni dalla forma a nocciolina ideali per assorbire le perdite giornaliere particolarmente frequenti durante l’ovulazione e le leggere perdite ematiche solitamente definite spotting.

Quali sono gli assorbenti migliori?

Come avrai capito non esistono assorbenti migliori ed assorbenti peggiori, ma la scelta è soggettiva, a seconda delle esigenze, del tuo flusso mestruale, del tuo modo di vestire, della tua sensibilità ai materiali con i quali gli assorbenti esterni vengono realizzati. Certamente, provando assorbenti esterni di varie aziende specializzate in igiene intima, potresti trovarti meglio con alcuni piuttosto che con altri, ma questo potrai scoprirlo soltanto tu.

Migliori assorbenti per flussi abbondanti

Se, soprattutto nei primi giorni di mestruazioni, hai un flusso particolarmente abbondante, meglio optare per un assorbente con le ali, che rimanga più fermo sugli slip; se questo non basta, puoi optare per un assorbente maxi che, pur non essendo evidente dai vestiti, è leggermente più grande di quello regolare e in grado di contenere perdite di sangue più importanti. Se, infine, neanche questo dovesse bastare, nessuno ti vieta di indossare un assorbente overnight di giorno, fai solo attenzione al tuo abbigliamento, perché con pantaloni, gonne o vestiti aderenti, si potrebbe intravedere: meglio optare per un outfitt comodo e morbido che non si appoggi su fianchi e glutei.

Assorbenti esterni per fare il bagno

Anche se gli assorbenti interni sono i più indicati quando bisogna fare il bagno, al mare o in piscina, se proprio non riesci ad indossare i tamponi interni, non devi per forza rinunciare ad un rilassante tuffo. Fai così: poco prima di buttarti in acqua, rimuovi il tuo assorbente, applicane uno nuovo sul tuo costume e indossa dei pantaloncini impermeabili (simili ai costumi maschili, per intenderci). Fai il bagno e divertiti sentendoti sicura, ma quando esci, ricordati di cambiare immediatamente l’assorbente, perché da bagnato non avrà più la sua efficacia.

Andare al mare con il ciclo: si può?

Assorbenti esterni ecologici

Se sei un’ecologista convinta, devi provare gli assorbenti esterni ecologici, un tipo di tamponi che ti faranno tornare indietro ai tempi delle nostre nonne. Sì, perché gli assorbenti ecologici sono lavabili, anche in lavatrice e possono essere riutilizzati più di una volta. La forma è la stessa dei classici assorbenti e ci sono persino le ali, spesso chiudibili con un bottoncino. Gli assorbenti lavabili si suddividono in all-in-one, ossia composti da un solo pezzo con al suo interno diversi strati di tessuto (cotone, flanella, microsuede, micropile o altri tessuti naturali) e in pocket che si presentano come una tasca al cui interno inserire uno strato di tessuto. Questi particolari assorbenti possono durare anche 5 anni, sono lavabili in lavatrice con il resto della biancheria intima, la cosa importante è non utilizzare additivi aggressivi o candeggina che oltre a danneggiarli potrebbero irritare le parti intime.

Oltre al vantaggio di non produrre rifiuti, questi assorbenti hanno il grande pro di risultare molto meno irritanti per chi ha la pelle particolarmente delicata.

Tutto chiaro? Non ti resta che scegliere l’assorbente esterno più adatto a te.

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0