strip1-sex
1 5

Il sesso anale: l'altra porta dell'amore

Quando si parla di sesso anale la domanda più frequente è ancora: è normale? Con questa guida via tutti i dubbi su una delle pratiche sessuali più amate e condivise da molte coppie

Ho provato il sesso anale un anno e mezzo fa con il mio boy; mi è piaciuto moltissimo, una sensazione di piacere dolore sopportabile. Quando il mio lui me lo infila provo un po' di dolore e a volta ci vuole un buon quarto d'ora e molta pazienza. Il dolore cessa quando il pene è completamente entrato lasciando lo spazio ad un piacere intensissimo; credo di riuscire a raggiungere anche l'orgasmo anale (sento il bacino irrigidirsi di colpo ed all'improvviso il retto inizia a pulsare molto forte) e non capisco piu' niente. Voi ragazze cosa provate durante il rapporto anale con il vostro boy? Ci scrive Laura in un forum

Quando si parla di sesso anale la domanda più frequente, di solito, è ancora ma è una cosa normale? Mettendo per un attimo da parte tutti i discorsi sul concetto di normalità (soprattutto nel sesso), diciamo subito che la sodomia o penetrazione anale, come dir si voglia, non solo, è considerata una variante del rapporto sessuale, ma è amata e condivisa da moltissime coppie, con particolare felicità dei maschietti, che l'annoverano tra i loro "passatempi" preferiti o quantomeno, tra le loro fantasie erotiche più sognate, se non possono bearsene nella realtà.
Appurato che nella normalità ci rientriamo, passiamo a questioni più pratiche, ovvero "è pericoloso?", "fa male?"

Le fantasie sessuali dei maschi

Fa male? 

Sarà ovvio dirlo, ma non si può dare una risposta oggettiva, che valga per tutte. Molte donne la vivono come una variante gratificante, piacevole, e non vi rinuncerebbero, altre non ne vogliono proprio sapere, chi per principio, chi invece, avendo già dato, preferisce non ripetere l'esperienza, altre lo fanno solo perchè pressate dalle richieste di uomini insistenti (sbagliatissimo...). 

In pratica...

Se le questioni etiche e psicologiche non c'entrano, ma il problema è che lei, effettivamente, prova dolore? In effetti, le pareti dell'ano non sono così elastiche come quelle della vagina; bisogna quindi procedere con dolcezza e cautela per evitare lesioni. Si può iniziare con l'applicazione di un gel lubrificante a base acquosa (andando in farmacia chiedete esattamente questo; non è necessario spiegare cosa ci dovete fare...basterà dire che dovete usarlo in aggiunta al profilattico...).

Guida pratica al Cunnilingus

Evitate la tanto decantata vasellina, che deteriora il lattice del profilattico e rende la zona troppo scivolosa. Poi si agisce per gradi: la sessuologia consiglia di rilassarsi il più possibile (se si è contratti tutto diventa più difficile...) e prepararsi inserendo prima uno, poi due dita nell'ano, fermandosi se fa male...mica vi corre dietro nessuno! Lo stesso dicasi quando si arriva alla penetrazione vera e propria: dolcezza e prudenza dovranno essere le parole d'ordine. La donna guiderà il tutto, avvertendo se sente troppo fastidio.

Sulla questione pericolosità, bisogna fare due precisazioni, perchè qualche piccolo rischio esiste.

  • Nel nostro intestino si agita il bacterium coli, un piccolo agente in grado di provocare l'uretrite nell'uomo, che poi potrà ripassarla alla donna, durante un rapporto vaginale, senza volerlo...
  • Il rischio di Aids aumenta, se si pratica sesso anale con un partner occasionale, visto che la probabilità di qualche lacerazione che faciliti il contatto con sangue e sperma, è maggiore. Ad entrambi i problemi si può ovviare (e stare mooolto più tranquilli...), usando un profilattico, magari un pò più resistente del solito!
Le posizioni sessuali migliori

Perchè agli uomini piace tanto? 

 

  1. Ci sono quelli che (pur non confessandolo mai...) amano queste pratiche a causa di una latente omosessualità, e vedono il sesso anale come una forma di soddisfazione delle loro fantasie. Sia ben chiaro: in questo caso i problemi della coppia sono molto più gravi delle semplici questioni pratiche.
  2. Alcuni pensano a questo tipo di rapporto come un mezzo anticoncezionale (aiuto!!!).
  3. C'è chi lo propone, adducendo l'amore per la varietà...
  4. Altri, in alcuni momenti, possono rifiutare la vagina (specie dopo un figlio...) perchè la associano esclusivamente alla riproduttività e al concepimento e quindi non più all'erotismo.
  5. La maggior parte lo fa semplicemente perchè l'ano, essendo più stretto della vagina, li stimola di più; anche qui la cosa si acuisce dopo la nascita di un figlio.
  6. E infine...i romanticoni, quelli che vogliono fondersi totalmente con la proprio compagna; magari in questo caso la donna si sente più lusingata, ma, tutte le proposte più romantiche del mondo, se lei non vuole, non basteranno a farle dire il famigerato SI. A letto, niente va fatto contro la propria volontà, quindi, meglio guardarsi dentro, e capire se il rifiuto dipende solo da vecchi pregiudizi...forse potrete scoprire che, in fondo, è una cosa che desiderate anche voi....

Problemini.... 

  1. Può succedere che l'intestino sollecitato, soprattutto se non funziona molto regolarmente, minacci un'evacuazione. E' un'ansia che attanaglia molte e può succedere, ma i casi sono veramente rari.
  2. Tante donne pensano di rimanere "troppo aperte" dopo quest'esperienza. Preoccupazione infondata, a meno che la cosa non sia veramente traumatica. In casi davvero estremi, o "praticando" troppo spesso, si può verificare un'allargamento dello sfintere anale, con successiva incontinenza.
  3. Nelle ore/giorno successivo, se lui è venuto dentro, si può verificare un leggero effetto clistere
  4. Attenzione infine, in caso di emorroidi.
5 cose che lo fanno impazzire a letto

...e alternative 

Se proprio non ve la sentite, per qualsiasi ragione, una pratica sostitutiva alla penetrazione anale è il cosiddetto sesso gluteale. Si pratica sempre di schiena, la visione di voi che offrite è sempre la stessa, ma non comporta nè penetrazione, nè dolore, nè rischi. Forse, pur non conoscendone il nome, lo praticavate già nei vostri "preludi d'amore"; in pratica si tratta di accoglire il pene di lui nella piega tra le natiche, poi lo sfregamento e opportuni movimenti, faranno il resto.... e la soddisfazione non sarà solo dei maschietti....