gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Come capire se un ragazzo è vergine

/pictures/2017/06/12/come-capire-se-un-ragazzo-e-vergine-2383516120[1000]x[418]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-sex

Non sempre è semplice capire se un ragazzo è vergine o no. In questa guida vi sveliamo qualche segreto per scoprirlo prima che sia lui a dichiararvelo

Come capire se un ragazzo è vergine: consigli e segreti

I ragazzi lo capiscono subito se siamo vergini e molto spesso siamo noi stesse a dichiararlo prima ancora di avere il primo rapporto. La perdita della verginità femminile infatti è collegata alla rottura dell'imene, e inoltre noi ragazze molto spesso tendiamo a farci (paradossalmente) molti meno problemi dei ragazzi. Ma come si fa a capire se un ragazzo è vergine oppure no? Lui, per vergogna, per paura di sembrare ridicolo agli occhi della fidanzata o della ragazza con cui sta flirtando, potrebbe non avere il coraggio di rivelare la sua verginità, ma noi da cosa possiamo scoprirlo? Ve lo spieghiamo in questa guida.

Come capire se lui è vergine

Spesso il concetto di verginità è strettamente legato all’universo femminile. Questo perché, essendo l’uomo a penetrare la donna, è proprio quest’ultima a subire il più grande “trauma” con la rottura – che tra l’altro può anche non esserci – dell’imene e conseguente sanguinamento. Nei ragazzi la questione è leggermente differente e proprio per questo scoprire se il vostro lui è vergine può risultare più difficile. Mentre le ragazze hanno l’imene, infatti, i ragazzi hanno il frenulo, un sottile filamento nervoso che collega la pelle che avvolge il pene al glande. Con il primo rapporto, questo “filetto” dovrebbe rompersi, indicando la perdita della verginità. Proprio come per la rottura dell’imene, però, anche quella del frenulo non è una regola e non avviene sempre al primo rapporto, dunque è solo un indizio indicativo, uno dei pochi, in realtà, che possa farci scoprire la verginità o la non verginità del ragazzo con cui stiamo per fare sesso.

Prima volta e ansie: i consigli per superarle

Ragazzo vergine: atteggiamenti

Senza dubbio ci sono alcuni atteggiamenti che possono farvi intuire se il vostro ragazzo è vergine. Se, ad esempio, rimanda le occasioni in cui potrebbe rimanere da solo con voi, se ha difficoltà a toccarvi e a lanciarsi in effusioni e coccole, se è un po’ impacciato e non sa proprio da dove cominciare, se glissa il discorso ogni volta che voi provate a parlarne, sono questi tutti segnali della verginità maschile. Se anche voi siete vergini, provate a fargli capire che potete crescere insieme, che sarà normale fare qualche errore o essere un po’ imbarazzati le prime volte, ma che sarà bello lo stesso.

Come chiedere ad un ragazzo se è vergine

La maggior parte dei ragazzi, nel dover dichiarare la propria verginità, prova moltissima vergogna. La verginità, soprattutto superata una certa età, equivale per l’universo maschile ad un fallimento, etichetta un ragazzo come uno "sfigato", uno che non potrà mai piacere a nessuna, ma, in realtà, non è assolutamente così. Se dopo aver analizzato i suoi atteggiamenti, dopo aver fatto un paio di ragionamenti sulle sue relazioni precedenti, dopo aver percepito qualcosa dalle sue parole, vi siete rese conto – e ne siete più che sicure – che il vostro fidanzato è vergine, non è necessario esplicitarlo. Non è necessario che glielo chiediate: non farete altro che metterlo ulteriormente in imbarazzo. Provate, piuttosto, a farlo sentire a suo agio, soprattutto se voi non siete più vergini e lui potrebbe sentirsi a disagio e troppo inesperto per stare con voi. Fategli capire che vi piace, a prescindere dalla sua esperienza sessuale e vedrete che sarà lui a dirvelo, magari con un po’ di imbarazzo che dovrete essere brave voi ad eliminare.

Come si fa l'amore: guida alla prima volta

Cosa fare se lui è vergine?

Per fare sentire a proprio agio il vostro ragazzo se è vergine, dunque, non abbiate fretta, non fate le maestrine e non fatelo sentire un incapace. Abbiate la pazienza di aspettare che lui sia pronto, che si lasci andare e se sbaglia qualcosa non guardateo come per dirgli “sei uno sfigato”, non ridetegli in faccia, ma usate comprensione e tenerezza e tutto sarà più semplice sia per lui che per voi.

La prima volta in una nuova storia

Verginità: differenza tra ragazzo e ragazza

Bisogna sottolineare anche un altro aspetto della verginità che distingue l’opinione delle ragazze da quella dei ragazzi. Quando un ragazzo conosce una ragazza vergine, per lui è un vero pregio, se ne prende cura e la aiuta, con tutte le accortezze del caso, a vivere la sua prima volta come un momento speciale, romantico, magico (o, almeno, dovrebbe essere così). Quando una ragazza viene a sapere che il ragazzo con cui sta uscendo è vergine, invece, tutto è diverso: sì, perché a noi ragazze dà fastidio sapere che il partner abbia avuto relazioni precedenti alla nostra, che, magari abbia fatto l’amore anche con altre, ma ci sconvolge ancora di più scoprire che non sia stato ancora con nessuna, che noi saremo le prime. Ci sentiamo delle cavie più che delle privilegiate. La sua verginità può spaventarci e portarci, addirittura, a fare un passo indietro. Non c’è nulla di più errato, però, dell’essere prevenuti, soprattutto in questi casi. Per prima cosa, di fronte ad una situazione simile, dovremmo essere noi ad avere con i ragazzi la stessa sensibilità che, nella situazione opposta, loro avrebbero con noi. E poi non è detto che un ragazzo vergine sia un ragazzo incapace, non in grado di fare l’amore e di farlo bene; deve solo acquisire un po’ di esperienza e, in questo basta solo un po' di pazienza. Magari è bravo a fare altro (come preliminari o sesso orale), magari tra voi ci sarà un trasporto tale che verrà tutto incredibilmente naturale. Dunque, via i pregiudizi, via le regole imposte, via le paure, non ci sarà nulla di più bello dello scoprirvi insieme. 

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0