gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Com'è davvero un orgasmo femminile e come riconoscerlo

/pictures/2016/04/28/com-e-davvero-un-orgasmo-femminile-2657315868[714]x[298]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-sex

Com'è un orgasmo femminile e come si fa a riconoscerlo? Ecco tutto quello che dovete sapere per capire davvero di cosa si tratta.

Orgasmo femminile: com'è davvero e come riconoscerlo

Com'è davvero un orgasmo femminile e come si fa a riconoscerlo? Moltissime ragazze, soprattutto alle loro prime esperienze sessuali, non riescono a capire se quello che provano è semplice piacere o se hanno raggiunto il culmine, e quindi l'orgasmo. Non sentitevi stupide, è perfettamente normale. Oggi vi diamo qualche dritta per capire se davvero avete raggiunto l’orgasmo o se ci siete vicine.

Orgasmo femminile: sintomi

Partiamo da un presupposto: ogni donna è diversa e di conseguenza anche ogni orgasmo. Tuttavia ci sono dei segni piuttosto comuni che avvengono durante l'orgasmo: innanzitutto la contrazione dei muscoli genitali, che aumenta di circa 5-8 volte al secondo, poi un ritmo accelerato del battito cardiaco. Alcune donne, oltre alle contrazioni, avvertono anche un calore diffuso che si manifesta con rossore al volto. Non è ancora tutto: quando una ragazza arriva all’orgasmo, anche le dita delle mani e dei piedi si contraggono involontariamente, il respiro diventa più affannoso e la donna emette dei gemiti, poi il clitoride si ritira per poi ritornare alla sua normale posizione poco dopo.

Prima volta e ansie: i consigli per superarle

Come si raggiunge l’orgasmo?

Raggiungere l’orgasmo, però, non è una cosa così immediata. Ci vuole tempo e la giusta preparazione, per questo i preliminari sono importantissimi. La stimolazione clitoridea o il sesso orale, sono un passaggio quasi necessario, senza il quale noi ragazze non possiamo raggiungere l’orgasmo. C’è chi parla anche di un orgasmo vaginale, che si raggiungerebbe non all’esterno (attraverso la stimolazione clitoridea), ma all’interno della vagina durante la penetrazione ,ma tanti sono i dubbi al riguardo e, in ogni caso, anche chi sostiene la tesi che l’orgasmo vaginale esista, ne parla come un piacere raro e difficile da raggiungere.

Come fare sesso orale: 10 consigli per renderlo perfetto

Come fa una ragazza a raggiungere l'orgasmo

Una ragazza può arrivare all’orgasmo, dunque, solo passando prima nella cosiddetta fase “plateau”, la fase dell’eccitazione, quella che le fa perdere ogni inibizione, che la spinge a lasciarsi andare e a perdersi in questa incredibile sensazione di piacere. Questo vale anche se siete di fronte alla vostra prima esperienza.

Che cos’è l’orgasmo femminile?

In altre parole potremmo dire che l’orgasmo femminile è l’apice dell’eccitazione, il traguardo di un percorso graduale che inizia con il petting, con le coccole, con la masturbazione. E come ogni traguardo, raggiungerlo può non essere sempre semplice. È importante avere una buona intesa con il partner; è importante che il partner ci conosca bene e che sappia dove andarci a stimolare; è bene che ci sia una buona atmosfera e che, soprattutto se siete alle prime armi, l’ambientazione sia quella giusta, il posto sia tranquillo e vi permetta di rilassarvi. Se sarete in tensione o, peggio ancora, in ansia, infatti, difficilmente riuscirete a raggiungere il tanto agognato orgasmo. Avere la mente libera dai pensieri e stare con la persona giusta sono senza dubbio dei fattori importanti per provare il piacere massimo.

Cosa succede quando le donne vengono

Quando gli uomini raggiungono l’orgasmo hanno la cosiddetta eiaculazione, ma cosa avviene quando a venire sono le donne? Anche le donne hanno una piccola fuoriuscita di liquido - la cosiddetta eiaculazione femminile -  certo non paragonabile a quella maschile: al momento del raggiungimento dell’orgasmo espellono un liquido biancastro. In parole povere, la donna si bagna già durante l’eccitazione, ma al momento del piacere massimo, ha anche lei, proprio come l’uomo, una fuoriuscita più consistente.

Come ci si sente dopo l’orgasmo

Dal momento che l'orgasmo rilascia endorfine, subito dopo averlo raggiunto potreste avvertire una sensazione di appagamento, di buon umore, di serenità, ma anche una forte sonnolenza e stanchezza. Tranquille rientra tutto nella normalità. A livello fisico, invece, il clitoride potrebbe essere particolarmente sensibile, tanto da risultare fastidioso al tatto, ma dopo qualche ora tutto rientrerà nella normalità.

Clitoride: cos'è e come stimolarlo

Orgasmo e sesso

Abbiamo già detto che raggiungere l’orgasmo non è poi semplice, ma non fatevene una paranoia. Ricordate che raggiungere l'orgasmo non è l'unico scopo di un rapporto sessuale e lo stress per il mancato raggiungimento potrebbe portare a non godersi il momento. Rilassatevi, vivete il vostro rapporto senza aspettative e il piacere arriverà. Fidatevi.

gpt native-middle-foglia-sex

Altri contenuti utili utili:

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0