gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Uomini a nudo: com'è fatto il corpo di lui

/pictures/2017/12/19/uomini-a-nudo-com-e-fatto-il-corpo-di-lui-1981493654[568]x[237]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-sex

Chi ha detto che il corpo maschile, rispetto a quello femminile, non abbia segreti? Quante di noi sanno davvero come è fatto e come funziona veramente il corpo dell'uomo?

Uomini a nudo: com'è il corpo maschile?

Siamo abituate a pensare che la nudità maschile, rispetto a quella femminile, sveli davvero tutto, senza lasciare spazio a parti segrete o non visibili. Come se gli uomini avessero, rispetto a noi, una nudità per così dire più ovvia. Questo principalmente perchè il loro apparato genitale è esterno.

Eppure fermarsi a queste considerazioni è in realtà un po' superficiale. Al giorno d'oggi chiunque abbia un minimo di educazione sessuale sa che le donne hanno una vagina, un utero e delle ovaie, e sa più o meno come funzionano. Ma quante di noi, specie quelle alle prime armi, sanno davvero come è fatto e come funziona il corpo dell'uomo? Cerchiamo di vederci chiaro, con tanto di spiegazioni e termini tecnici.

L'apparato sessuale esterno

Gli organi sessuali maschili esterni (quelli che tutti possiamo vedere) sono il pene e i testicoli, contenuti in quella che viene chiamata borsa scrotale. Sotto l’attaccatura dello scroto parte il perineo, il tessuto di pelle che collega la borsa scrotale all’ano. La parte terminale del pene si chiama glande, ed in genere è molto sensibile. La pelle che copre il glande si chiama prepuzio, che in molte culture (e a volte per questioni di igiene) viene asportato quando si  è piccoli con la circoncisione. 
 
Il prepuzio è unito al gralnde da una sottile striscia di pelle chiamata frenulo. In alcuni uomini questa striscia di pelle si stacca con i primi rapporti sessuali. Fra il prepuzio e il glande ci sono alcune piccole ghiandole, che in alcuni uomini possono essere un po' più evidenti.

Come è fatto il pene?

Il pene è costituito da tre fasci di tessuto muscolare detti corpi cavernosi. Si tratta di tessuti speciali, che non si trovano in nessun'altra parte del corpo e permettono al pene l'erezione. Nello scroto sono posizionati i testicoli, che possono essere di grandezza variabile. Una loro caratteristica molto curiosa è che il testicolo destro è in genere più pesante del sinistro, ed è collocato più in basso. Sono i testicoli che producno gli spermatozoi, e gli ormoni sessuali, di cui il più importante è il testosterone. 
 
Del resto la produzione del testosterone è l'evento decisivo della pubertà: in un certo senso è il testosterone che rende i maschi tali, e insieme agli altri ormoni determina il carattere maschile del corpo dell'uomo. L'attività di queste ghiandole è impressionante: all'interno di ogni testicolo ci sono un migliaio di canali seminali, che ogni giorno arrivano a produrre circa 72 milioni di spermatozoi. Gli spermatozoi vengono poi espulsi con l'eiaculazione, oppure riassorbiti dal corpo. In caso di eiaculazione gli spermatozoi si mescolano con dei fluidi e formano lo sperma. 

Erezione ed eiaculazione: cosa sono e come funzionano

Come tutti sappiamo l'erezione deriva dall'eccitazione sessuale, che passa per il sistema nervoso. E' il sistema nervoso infati che, rispondendo agli stimoli sessuali, provoca la dilatazione delle arterie del pene. L'aumento di affluenza di sangue riempie letteralmente i corpi cavernosi, che fanno si che che il pene aumenti di dimensioni e si inturgidisca. 
 
Nel corso del rapporto sessuale l'eccitazione aumenta gradualmente, e il liquido seminale si accumula all'origine dell'uretra, finchè, con una serie di contrazioni involontarie i muscoli che circondano la radice del pene provocano l'espulsione del liquido seminale. Questa fase è accompagnata da un'intensa sensazione di piacere, con un forte allentamento della tensione. Questo è l'orgasmo maschile. Dopo l'orgasmo l'erezione scompare gradualmente e la reattività sessuale dell'uomo diminuisce notevolmente.

Apparato sessuale interno

Eccoci addentrati nei misteri veri e proprio del corpo maschile, che comprende diversi organi generalmente poco conosciuti

Le vescichette seminali

Sono due ghiandole posizionate al di sotto della vesica e sono loro a produrre il fluido di cui è fatto il 70% dello sperma, e chè è in pratica il veicolo degli spermatozoi.

La prostata

Si trova  sotto le vesciche seminali, è anch'essa una ghiandola, e nella fattispecie la più grande dell'apparato maschile dopo i testicoli. Il suo compito è secernere un fluido lattiginoso, che va anch'esso a far parte dello sperma assieme al liquido prodotto dalle vescichette e agli spermatozoi

Le ghiandole di Cowper

Si trovano sotto la prostata, nella base muscolare del pene e sono collegate con l’uretra. Queste ghiandole producono alcune gocce di liquido chiaro, che il pene secerne quando l’organismo raggiunge alti stadi d’eccitazione sessuale. Ciò avviene prima dell’eiaculazione, perciò si pensa che questo liquido abbia funzione di lubrificante dell’uretra. Tale fluido può però anche contenere alcuni spermatozoi. 

L’uretra

E' il canale che collega la vescica con l’esterno, e serve al passaggio dell'urina e dello sperma. Si tratta però di due processi ben diversi, perchè quando si verifica l'eiaculazione la "porta" della vescica si chiude.
 
gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0