• Controllo utente in corso...
NAVIGA IL SITO

Come funziona l'orgasmo maschile?

Intervista al sessuologo Vincenzo Puppo: oggi parliamo della sessualità maschile, delle sue caratteristiche fisiologiche e in particolare di un aspetto importante come l'orgasmo

di Redazione GirlPower 5 marzo 2014

A cura di Antonella Marchisella 

Dopo esserci soffermati su alcuni aspetti salienti della sessualità femminile, abbiamo chiesto al medico sessuologo Vincenzo Puppo del Centro Italiano di Sessuologia di discorrere con noi circa alcuni aspetti della sessualità negli uomini:  Dottor Puppo ci parli del bisogno orgasmico nell’uomo.

La base è il fisiologico bisogno orgasmico di ognuno, una volta soddisfatto con l’eiaculazione seguirà un periodo di appagamento e di benessere, la diversa eroticità degli individui condizionerà poi il tempo di ricomparsa del bisogno orgasmico.L’orgasmo è un fenomeno involontario e sembra che il nostro organismo non possa farne a meno, infatti durante una astinenza prolungata, più o meno lunga e a qualsiasi età, nel sonno sono normali sia i cosiddetti sogni orgasmici (anche nelle donne) sia le polluzioni notturne (“sogni bagnati”): l’astinenza orgasmica è uno stimolo spontaneo del bisogno orgasmico.


Orgasmo: 10 cose da sapere


Anche se la capacità mentale di eccitarsi diminuisce con l’età, è importante non inibirla precocemente abusando della pornografia. Ognuno ha i suoi tempi che sono variabili da uomo a uomo e non bisogna preoccuparsi se sentiamo che amici o altri hanno più eiaculazioni o più erezioni e in tempi inferiori ai nostri, tenendo sempre presente che molti esagerano per vantarsi. L’importante è conoscersi bene e sapere quali sono le proprie potenzialità senza pretendere di più, altrimenti l’ansia della prestazione può essere molto inibente. Comunque col passare degli anni è necessaria sempre più la stimolazione diretta dei genitali maschili per avere l’erezione ed è necessario che il partner sia cosciente di ciò.

Da quali fattori dipende l’intensità dell’orgasmo maschile?
L’intensità dell’orgasmo dipende dal tempo che è passato dalla precedente eiaculazione, in genere più tempo è passato più l’uomo prova piacere, perché i recettori del glande diventano più sensibili e perché si sarà accumulato molto sperma e anche la fuoriuscita di questo attraverso il canale uretrale provoca delle sensazioni molto intense. Se nello stesso giorno si vuole ottenere più volte l’eiaculazione, la prima sarà molto intensa e rapida (specialmente se preceduta da una lunga astinenza), nelle successive le erezioni dureranno di più, ci vorrà più tempo per arrivare all’orgasmo che potrà essere anche di intensità minore e ci potrà essere una riduzione sia del volume che della forza espulsiva dello sperma. Inoltre sembra che anche l’uomo possa provare orgasmi multipli consecutivi senza espulsione di sperma, come insegna la teoria Taoista della sessualità.


NON PROVO PIACERE, COLPA DEI MUSCOLI PELVICI?


Anche nell’uomo è importante il piacere provocato da tutti i sensi: il tatto, la vista, l’olfatto, il gusto, l’udito; specialmente sentire il partner che gode, dà veramente molta soddisfazione, stimola a continuare e aumenta sempre più l’eccitazione. Poiché l’orgasmo maschile dura pochi secondi, anche per l’uomo è molto importante “fare l’amore” e non pensare solo a “scopare”: più si fa godere il partner più saremo eccitati e soddisfatti.

Che cosa sono le polluzioni notturne?
L’ emissione involontaria di sperma durante il sonno (raramente può essere anche diurna). Anche questa reazione fisiologica dovrebbe essere spiegata bene ai ragazzi per tranquillizzarli, altrimenti, le prime volte, per l’ignoranza, potrebbero anche scambiare il liquido uscito dal pene con una secrezione purulenta e preoccuparsi pensando di avere una malattia. Le polluzioni notturne sono frequenti nei ragazzi (di meno negli adulti) e consentono l’espulsione dello sperma che si era accumulato nelle vie spermatiche, nelle vescichette seminali e nella prostata.



Anche ai ragazzi bisogna spiegare che dalla pubertà in poi, con l’inizio della capacità fecondante, possono procreare e mettere “incinta” una ragazza e quindi non è una cosa da prendere alla leggera l’eiaculazione in vagina senza precauzioni. I ragazzi quando cominciano a fare sesso non sanno queste cose e raramente usano il preservativo nei primi rapporti sessuali, senza preoccuparsi delle possibili conseguenze, cioè di una gravidanza indesiderata e infezioni.


MASTURBARSI AIUTA NEL PRIMO RAPPORTO?



Quali sono le reazioni all’orgasmo?
Tra le reazioni extragenitali all’orgasmo, sia nell’uomo che nella donna, si ricorda: un aumento della pressione arteriosa, un aumento della frequenza cardiaca, un aumento della frequenza respiratoria, una perdita del controllo della muscolatura volontaria, spasmi di gruppi muscolari, un arrossamento cutaneo diffuso, midriasi e fotofobia, sudorazione e a volte lacrimazione, modificazione della percezione temporale con una sospensione del pensiero, innalzamento della soglia dolorifica anche a livello degli organi genitali esterni.

Ci può essere una “prima volta” senza la penetrazione del pene?
La penetrazione non è l’evento principale nel fare l’amore e anche il pene flaccido è eccitante per le donne: se si fa davvero l’amore, la distinzione tra pene eretto e pene flaccido non ha nessuna importanza.



Caricamento in corso: attendere qualche istante...

2
Commenti

Giuseppe martedì, 15 marzo 2011

Orgasmo maschile... possibile che io non lo provi?

All'alba dei miei 28 (quasi 29) anni credo di no aver mai provato l'orgasmo.
Mi spiego meglio: provo un forte desiderio sessuale verso la mia partner, facciamo l'amore anche stimolandoci a vicenda, arrivo ad eiaculare (e di solito non è mai poco) ma sensazioni tipo:

"fisicamente l’uomo prova una forte contrazione della muscolatura pelvica e spasmi nella sede perineale (tra la base del pene e l’ano). Da un punto di vista psicologico, la sensazione è simile a una cascata, come qualcosa di ineluttabile."

Mai provate. Sono frigido? non so...

n° 2
io basta martedì, 4 maggio 2010

cosa mia

vorrei una risposta alla mia domanda per favore sn mesi che me la faccio ma non mi so rispondere. allora la domanda e come mai le prime volte che facevo sesso con la mia fidanzata l'orgasmo mi usciva dp un'oretta e ora invece dp 1 minuto il tempo che lo metto dentro subito mi esce ????
per favore rispondetemi

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Come funziona l'orgasmo maschile?...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
  • Pubblica su Facebook:
* campi obbligatori