• Controllo utente in corso...
NAVIGA IL SITO

Il coito interrotto. L'anticoncezionale più "famoso"

Il coito interrotto, l'anticoncezionale più "famoso" ma anche tra i meno efficaci...

di Emanuela _Cerri 2 aprile 2014
A cura di Vyrtuosa

Il coito interrotto è probabilmente il metodo contraccettivo naturale più famoso e praticato, anche se la sua percentuale di sicurezza si aggira intorno al 70-80%. 

Appurato che per dare inizio a una gravidanza l'uomo deve eiaculare (emissione del liquido seminale) nella vagina così che gli spermatozoi possano raggiungere e fecondare l'uovo, il coito interrotto consiste nell'evitare esattamente questa situazione: l'uomo ritira il pene dalla vagina pochi attimi prima di eiaculare.

LEGGI ANCHE: Centomila gravidanze all'anno con il coito interrotto

La situazione viene gestita (si spera!) esclusivamente dall'uomo attraverso un forte autocontrollo, anche se bisogna subito sottolineare che, in teoria, c'è sempre la possibilita' che il liquido che esce dal pene in erezione, prima dell'eiaculazione, contenga degli spermatozoi. Inoltre si possono verificare delle situazioni nelle quali l'uomo ha piu' difficoltà nel controllarsi: per esempio se ha bevuto alcolici anche in quantità modesta.

E' consigliabile comunque non ripetere il rapporto a breve distanza di tempo perché un po' di liquido seminale puo' essere rimasto nel pene ed e' sufficiente per fecondare l'uovo. Pertanto, prima di avere un altro rapporto, è opportuno lasciare passare qualche ora, che l'uomo abbia urinato e si sia ben lavato e asciugato il pene.

Il coito interrotto puo' causare disturbi fisici e psichici sia all'uomo che alla donna. Fisicamente la donna puo' soffrire soprattutto di congestione pelvica e dolori al basso ventre dovuti per lo piu' alla difficoltà nel raggiungere l'orgasmo. Parallelamente nell'uomo si possono manifestare disturbi prostatici. 


Da un punto di vista psicologico la donna teme sempre che il compagno non si ritiri in tempo e spesso ha delle difficolta' nel raggiungere l'orgasmo o, addirittura, non lo raggiunge. L'uomo, d'altra parte, deve esercitare una vigilanza continua su se stesso per cui si possono verificare perfino casi di impotenza e, piu' raramente, casi di eiaculazione precoce di origine psicologica.



Nonostante comporti numerosi e gravi inconvenienti, il coito interrotto è molto amato visto che non obbliga all'uso di alcun prodotto medicinale ne' meccanico e non è necessaria alcuna preparazione particolare. E' un metodo anticoncezionale molto vecchio e molto diffuso, infatti, oltre a garantire una discreta sicurezza, da un punto di vista psicologico crea l'illusione di essere il metodo contraccettivo "naturale" per eccellenza in quanto consiste solo nell'esercizio della volontà. 

In realtà, invece, spesso non consente proprio quanto vi è di piu' naturale nel rapporto sessuale: il massimo raggiungimento del piacere e lo stato di completo abbandono fisico e psicologico.

Da sottolineare anche che il coito interrotto non e' adatto ai giovanissimi che potrebbero avere difficoltà di autocontrollo.

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

57
Commenti

Pagina 1 di 5:
1 2 3 4 5 > »
fatina domenica, 4 dicembre 2011

domanda

salve, una domanda dopo l' eiaculazione basta utilizzare una salviettina inbevuta per eliminare possibili residui, o e necessario lavare bene il pene con acqua e sapone per poi avere un altro rapporto??

n° 23
ofrank mercoledì, 9 febbraio 2011

domanda

Salve, premesso che ho avuto un problema di varicocele operato circa 4 mesi fa, vorrei sapere quante probabilità ci sono che abbia messo incinta la mia ragazza (all'inizio del periodo fertile)..ma si nota un' eventuale fuoriuscita di liquido preseminale o sperma? Grazie

n° 22
stella sabato, 29 maggio 2010

non ci capisco piu niente

Vado su un sito e leggo, che ( il coito interotto non e un metodo contraccettivo) vengo qui e leggo ( che e il metodo piu usato ) boooo si devono decidere, se non e un metodo contraccettivo perche scrivono di si ??????

n° 21
alice giovedì, 17 settembre 2009

complimenti

Girlpower è un sito su cui molte ragazze giovani si informano e questo dovrebbe essere un articolo esaustivo sul coito interrotto? Abbiamo davvero voglia di altre ragazzine incinte che si trovano a prendere la pillola abortiva o hanno figli a 16-17-18 anni? Complimenti a chi gestisce il sito e a chi ha scritto l'articolo, poi ci si chiede come mai la disinformazione dilaga tra i giovani. Il coito interrotto non è un metodo contraccettivo e non va usato.

n° 20
Lisa domenica, 7 marzo 2010

R: complimenti

Brava alice, mi hai tolto le parole di bocca. Ritenere il coito interrotto un anticoncezionale, in un sito che dovrebbe essere serio e, per così dire, professionale, è veramente una cavolata. In questo articolo nessuno ha spiegato che, oltre a non proteggere dalle gravidanze, non protegge nemmeno dalle malattie sessuali (come invece fa il preservativo). Santo cielo, poi ci si lamenta che le ragazzine siano male informate.

gianna lunedì, 8 giugno 2009

help

ho 22 anni,l'ultimo gg del mio ciclo mestruale il mio ragazzo ha eiaculato all'interno...vorrei sapere se è preoccupante o posso sperare in nulla di grave x qsta volta.risp x favore...

n° 19
koccinella101 martedì, 9 giugno 2009

R: help

ciao gianna! purtroppo neanche il ciclo ci può mettere a riparo da eventuali rischi...gli spermatozoi sopravvivono per 72 ore e tu potresti avere un'ovulazione anticipata. Per ora non stressarti. Fai il test a 15 giorni dal rapporto e...in bocca al lupo!

Chiudi
Aggiungi un commento a Il coito interrotto. L'anticoncezionale più "famoso"...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 5:
1 2 3 4 5 > »