• Controllo utente in corso...
NAVIGA IL SITO

Diventa "Personal Shopper"

Una professione nuova, sempre più ambita e richiesta. Scopri come trasformare l'hobby dello shopping in un business

di Valentina Grispo 17 settembre 2007

Adori girare per negozi a caccia dell’affare? Sei una patita di look e abbinamenti?
Le tue amiche fanno a gara per farsi consigliare da te? La passione per lo shopping potrebbe diventare la tua professione.
Ecco delle dritte per unire l’utile al dilettevole guadagnare  facendo ciò che più ti diverte: la personal shopper.

Chi è la personal shopper?
E’ una consulente per gli acquisti pagata per fare ciò che farebbe un’amica, ossia consigliare, ma in maniera professionale e soprattutto imparziale, facendo risparmiare tempo e denaro.
La personal shopper infatti sa esattamente dove acquistare ai prezzi migliori, capta tutte le nuove tendenze in fatto di moda, legge riviste specializzate, studia le collezioni degli stilisti, è attenta ai dettagli e naturalmente adora far shopping.

Una personal shopper deve avere:
- una buona cultura e facilità di comunicazione con la gente e naturalmente buon gusto;
- conoscenza di una o più lingue straniere;
- ottima conoscenza della città in cui vuole praticare la professione (boutique, outlet, show room, atelier, gioiellerie ecc.);
- un mezzo di trasporto per portare in giro i clienti;
- capacità di interpretare i gusti del cliente e soddisfarli;
- un taccuino da tenere sempre in borsa, dove annotare indirizzi utili, contatti e proposte.

Come farsi conoscere
In questa professione è fondamentale il passaparola, per cominciare si possono stringere accordi con i negozi che offrono ai loro clienti questo servizio, creando così una rete di contatti. Utile anche creare un proprio sito internet che pubblicizzi  l’attività, meglio se in italiano ed inglese, dove fornire un contatto mail o telefonico per i potenziali clienti.

Diventa personal shopper anche tu!
Personal shopper non ci si improvvisa. L’Istituto internazionale fashion design & marketing Polimoda di Firenze propone un corso approfondito che prepara i giovani a questo tipo di professione.
Il corso, tenuto da esperti del settore, in collaborazione con responsabili di società di personal shopping, affronta tematiche come gli attuali trends della moda, la comunicazione interpersonale, la psicologia dell’acquisto e offre incontri con agenzie di settore, catene alberghiere e centri commerciali interessati alla figura del Personal Shopper. Il programma didattico comprenderà le seguenti tematiche:
Modulo I
"Gli attuali trends della moda"
Introduzione alla figura del personal shopper: chi è, che formazione ha acquisito, come opera e in quali settori, come sviluppa i suoi contatti
Modulo II
"Marketing relazionale" (parte 1)
Psicologia della vendita: strategie di persuasione nell'atto di acquisto e tecniche di comunicazione
Modulo III
"Centri produttivi, luoghi di vendita di eccellenza e realtà di prestigio a Firenze" (parte 1)
Modulo IV
"Marketing relazionale" (parte 2)
Modulo V
"Centri produttivi, luoghi di vendita di eccellenza e realtà di prestigio a Firenze" (parte 2)
Modulo VI
"L'emozione dello shopping" (parte 1)
La funzione seduttiva del punto vendita; l'evoluzione del punto vendita da luogo di soddisfazione di bisogni a luogo di intrattenimento; il successo e le strategie del concept store; la psicologia dell'acquisto e il moderno consumatore
Modulo VII
"Centri produttivi, luoghi di vendita di eccellenza e realtà di prestigio a Firenze" (parte 3)
Modulo VIII
"testimonianze"
Incontro con agenzie di settore, catene alberghiere e centri commerciali interessati alla figura del personal shopper
Modulo IX
"L'emozione dello shopping" (parte 2)
Modulo X
Incontro con agenzie di settore, catene alberghiere e centri commerciali interessati alla figura del personal shopper

Quota di iscrizione
La quota di partecipazione al corso è di 2,160 euro (IVA inclusa).
Per l'iscrizione dei dipendenti di aziende socie è previsto uno sconto del 15 % nel caso di iscrizione multiple, ovvero da parte di più partecipanti della stessa Azienda/Ente; previsto uno sconto del 20% per le iscrizioni successive alla prima.
Per ex-allievi Polimoda Ent-Art e per coloro che hanno già seguito corsi di Polimoda s.r.l è prevista una agevolazione del 10% sulla quota di iscrizione.


Caricamento in corso: attendere qualche istante...

29
Commenti

Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »
Paola venerdì, 17 settembre 2010

Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Ciao, sono Paola di Ferrara e ho frequentato un corso nel 2009 a Treviso. Questo corso non si limitava solo a fornire le conoscenze tecniche che una brava personal shopper deve per forza possedere, ma approfondiva anche aspetti giuridici e fiscali, organizzazione del lavoro, motivazione personale e marketing... quindi tutt'altro che inutile! Sarò stata fortunata più fortunata di Elisa nella scelta della società di formazione, ma devo spezzare una lancia a favore dei corsi. Certo la motivazione personale per intraprendere questa professione deve essere grande, e se una non è tagliata per questo mestiere non è certo un corso a farla diventare una professionista, come per qualsiasi altra attività. Una cosa è portare a fare shopping le amiche e le parenti, un'altra accompagnare businessmen americani o giapponesi...

n° 12
claudio mercoledì, 16 marzo 2011

R: Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Salve, sono un ragazzo di trent'un'anni e vivo a Parigi da qualche anno. Mi chiamo Claudio Cavarra. Ho da poco scoperto che il lavoro di consigliere moda é qualcosa di naturale e ludico per me e che la venidta é per me molto stimolante per cui, mi sono rivolto a ad una agenzia quotata di pers shopper a parigi. Per far breve, sono riuscito ad ottenere un incontro - colloquio con la fondatrice di una quotaa agenzia parigina www.auboudoirdebabou.com. Vengo al dunque: io le sarei molto grado se lei potesse darmi delle migliori chiavi di lettura per queto incontro. IO non ho mai seguito la moda come espessione a cui confondersi. Non ho mai letto riviste di moda. Io amo i vestiti. e' tutto; Riesco a riconoscre lo stile e la qualita' tra la massa. Sono rapido ma lento all'imersione. Non conosco il 95% dei negozi di parigi e hon ho nessun contatto. Premetto comunque che da due anni lavoro nella vendita. Il primo anno ho lavorato per la linea KOOKAI, sono stato il primo e unico venditore di pretàporte femminile di una cittadina francese e quest'anno ho lavorato in una gioielleria a parigi la cui titolare mi ha ingaggiato proprio al negozio di Kookai vedendomi lavorare. Specifico che questa imprenditrice tutolare della gioielleria a parigi, é stata il manager president del gruppo Armani a Parigi per 20 anni. Percio': é evidente che non ne so nulla del mestiere di personal shopper. non so nemmeno se le agenzie ingaggiano o se si lavora per loro come liberi professionisti. NOn conosco nessuno passaggio dell'esercizio dell professione e come funziona l'azienda personal shopper. Sto iniziando a guardare un po di sfilate su you tube e sfogliero' una o due riviste di moda entro la settimana. La domanda é semplice. Che devo Fare per avere un po' di chances a mio favore a questo colloquio di lavoro la settimana prossima? grazie. mille. Claudio Cavarra

monica michieletto giovedì, 11 novembre 2010

R: Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Ciao! Sono monica e sto cercando a treviso un corso per personal shopper. Mi potresti per favore fare avere maggiori dettagli su quello che hai frequentato tu e per il quale hai speso un buon giudizio? Grazie mille per l'aiuto! Ciao
Monica

Paola lunedì, 6 dicembre 2010

R: R: Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Io ho frequentato uno dei corsi di Cinzia Fassetta, una professionista seria che è stata la prima personal shopper di Venezia. Il corso è stato davvero illuminante e mi ha dato tanta motivazione. Ti puoi anche iscrivere online qui: www.styleandshop.com

claudio mercoledì, 16 marzo 2011

R: R: R: Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Salve, sono un ragazzo di trent'un'anni e vivo a Parigi da qualche anno. Mi chiamo Claudio Cavarra. Ho da poco scoperto che il lavoro di consigliere moda é qualcosa di naturale e ludico per me e che la venidta é per me molto stimolante per cui, mi sono rivolto a ad una agenzia quotata di pers shopper a parigi. Per far breve, sono riuscito ad ottenere un incontro - colloquio con la fondatrice di una quotaa agenzia parigina www.auboudoirdebabou.com. Vengo al dunque: io le sarei molto grado se lei potesse darmi delle migliori chiavi di lettura per queto incontro. IO non ho mai seguito la moda come espessione a cui confondersi. Non ho mai letto riviste di moda. Io amo i vestiti. e' tutto; Riesco a riconoscre lo stile e la qualita' tra la massa. Sono rapido ma lento all'imersione. Non conosco il 95% dei negozi di parigi e hon ho nessun contatto. Premetto comunque che da due anni lavoro nella vendita. Il primo anno ho lavorato per la linea KOOKAI, sono stato il primo e unico venditore di pretàporte femminile di una cittadina francese e quest'anno ho lavorato in una gioielleria a parigi la cui titolare mi ha ingaggiato proprio al negozio di Kookai vedendomi lavorare. Specifico che questa imprenditrice tutolare della gioielleria a parigi, é stata il manager president del gruppo Armani a Parigi per 20 anni. Percio': é evidente che non ne so nulla del mestiere di personal shopper. non so nemmeno se le agenzie ingaggiano o se si lavora per loro come liberi professionisti. NOn conosco nessuno passaggio dell'esercizio dell professione e come funziona l'azienda personal shopper. Sto iniziando a guardare un po di sfilate su you tube e sfogliero' una o due riviste di moda entro la settimana. La domanda é semplice. Che devo Fare per avere un po' di chances a mio favore a questo colloquio di lavoro la settimana prossima? grazie. mille. Claudio Cavarra

monica lunedì, 6 dicembre 2010

R: R: R: Un corso non fa la professionista, ma aiuta

Grazie Paola per la tua risposta. In effetti, sono in contatto con Cinzia per i corsi del 2011.
Ciao
Monica

Elisa lunedì, 5 luglio 2010

é un business solo x chi fa i corsi!

come dice Keko sono convinta che il 99,9% delle informazioni che ti vengono fornite dai corsi cosidetti di Personal Shopper, si possono benissimo reperire da sé, e poi se uno già ha l'attitudine tutto sta nel dedicarsi con passione e conoscere meglio l'ambiente in cui vive e le opportunità che offre. Per esperienza ho fatto uno di questi corsi a Mestre, e non lo rifarei e non lo consiglierei assolutamente e le persone che erano con me, alla fine dello stesso hanno avuto l'impressione che fosse una fregatura e un modo per far business=soldi per gli organizzatori. Attenti quindi ai corsi BURLA!

n° 11
Chiara Farsaci lunedì, 3 maggio 2010

Personal Shopper si nasce e si può diventare

Ciao Ragazze, ho letto un pò i vostri commenti...volevo rassicurarvi e dirvi che, se ci credete veramente dovete andare aventi....Io dopo tani sacrifici sono riuscita a diventare una personal shopper, in una città molto difficile...GENOVA....il mio consiglio è studiare sia per conto vostro, ma anche facendo dei piccoli corsi, vi aiuteranno un sacco e vi daranno una base soldia..Consiglio di fare almeno due anni di esperienza a Milano, è fondamentale e se si può anche all'estero... Se vi servissero consigli potete contattarmi...a presto Chiarafarsaci@gmail.com

n° 10
Natalia lunedì, 6 settembre 2010

R: Personal Shopper si nasce e si può diventare

Ciao Chiara!!!
Mi chiamo Natalia,sono russa e vivo a Roma,
Mi ha piaciuto da sempre fare shopping e anche per gli amici ,parenti...
Adesso vorrei prendere come attività lavorativa,ma non so a chi posso rivolgermi
Magari un consiglio,ho un accordo.
Grazie.

tatiana martedì, 4 gennaio 2011

R: R: Personal Shopper si nasce e si può diventare

ciao Natalia. a gennaio 2011 sara il corso di personal shopper in istituto europeo di design a roma.(www.ied.it) tel.06.7024025 mi sono scritta,aspetto anche te, ciao Tatiana.

Chiara Farsaci martedì, 7 settembre 2010

Personal Shopper si nasce e si può diventare

Ciao Cinzia, ho visto solo ora il tuo commento...scusa il ritardo!!!!Se vuoi aggiungimi su facebook al mio gruppo"PERSONAL SHOPPER CHIARA FARSACI" e ti darò un sacco di suggerimenti!!!!T'aspetto Chiara

Cinzia martedì, 20 aprile 2010

Formazione professionale per Personal Shoppers

Ciao, sono Cinzia Fassetta, ho iniziato la mia carriera di personal shopper più di dieci anni fa a Venezia, quando di questa professione in Italia nemmeno si sapeva cosa fosse. Ancora oggi i dubbi e le misconoscenze sono moltissimi: proprio per questo da alcuni anni organizzo corsi di formazione professionale sia per chi vuole iniziare la professione, sia per coloro che già la praticano e necessitano di approfondire le proprie conoscenze per offrire un servizio ad alto profilo, come - ad esempio - corsi di Immagine e Stile Personale.
Chinque sia interessato può trovare ulteriori informazioni sul mio sito: www.styleandshop.com

n° 9
sospersonalshopper venerdì, 4 dicembre 2009

crederci

4 anni fa ho aperto una società di sospersonalshopper
è un lavoro molto bello intelletualmente evoluto ma per pochi
i clienti sono molto esigenti e non basta un corso al di là del costo
sono convinta che la vera scuola è un mixer tra studio della società in cui viviamo e mondo che corre, molte/i aspiranti personalshopper mi contattano ma quando intuiscono la mole di studio e ricerca che c'è dietro optnano per fare altro, cio' non toglie che ci sono molte persone in gamba, l'importante è crederci, e esserci comunque e dovunque sempre!
www.sospersonalshopper.com
Emanuela Deola admin sospersonalshopper

n° 8
claudio mercoledì, 16 marzo 2011

R: crederci

Salve, sono un ragazzo di trent'un'anni e vivo a Parigi da qualche anno. Mi chiamo Claudio Cavarra. Ho da poco scoperto che il lavoro di consigliere moda é qualcosa di naturale e ludico per me e che la venidta é per me molto stimolante per cui, mi sono rivolto a ad una agenzia quotata di pers shopper a parigi. Per far breve, sono riuscito ad ottenere un incontro - colloquio con la fondatrice di una quotaa agenzia parigina www.auboudoirdebabou.com. Vengo al dunque: io le sarei molto grado se lei potesse darmi delle migliori chiavi di lettura per queto incontro. IO non ho mai seguito la moda come espessione a cui confondersi. Non ho mai letto riviste di moda. Io amo i vestiti. e' tutto; Riesco a riconoscre lo stile e la qualita' tra la massa. Sono rapido ma lento all'imersione. Non conosco il 95% dei negozi di parigi e hon ho nessun contatto. Premetto comunque che da due anni lavoro nella vendita. Il primo anno ho lavorato per la linea KOOKAI, sono stato il primo e unico venditore di pretàporte femminile di una cittadina francese e quest'anno ho lavorato in una gioielleria a parigi la cui titolare mi ha ingaggiato proprio al negozio di Kookai vedendomi lavorare. Specifico che questa imprenditrice tutolare della gioielleria a parigi, é stata il manager president del gruppo Armani a Parigi per 20 anni. Percio': é evidente che non ne so nulla del mestiere di personal shopper. non so nemmeno se le agenzie ingaggiano o se si lavora per loro come liberi professionisti. NOn conosco nessuno passaggio dell'esercizio dell professione e come funziona l'azienda personal shopper. Sto iniziando a guardare un po di sfilate su you tube e sfogliero' una o due riviste di moda entro la settimana. La domanda é semplice. Che devo Fare per avere un po' di chances a mio favore a questo colloquio di lavoro la settimana prossima? grazie. mille. Claudio Cavarra

Ilenia venerdì, 18 dicembre 2009

R: crederci

ma è bellissimo !! io faccio sempre shopping per gli altri gratis.. ed una sensazione che non puoi descrivere ti senti bene, ti gratifica ascoltare i commenti delle persone che sono contente di averti chiesto di andare a fare shopping con loro. se adesso è possibile anche guadagnarci dei soldi non ho parole!!. qualche giorno fa parlavano al tg di questo lavoro che viene dall'america, ma vorrei saperne di più, per esempio i profitti? dove posso trovare info?

Chiudi
Aggiungi un commento a Diventa "Personal Shopper"...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
  • Pubblica su Facebook:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 3:
1 2 3 > »