• Controllo utente in corso...
NAVIGA IL SITO

Le nuove "zarine" delle passerelle

Hanno invaso le passerelle con il loro stile e la loro eleganza: i nuovi volti della moda vengono da est

di Stefania Azzini 15 novembre 2005


Nella foto: Natalia Vodiavova con suo figlio Lucas

Abiti ricamati, tessuti "tappezzeria", gioielli d'ispirazione zingara, pellicce, colbacchi e astrakan: inverno ed estate 2006 si ispirano al freddo dell'est. Ma non solo. Le più importanti passerelle internazionali sono state invase da un esercito di nuove bellezze: le "zarine" provengono dalla Russia, dalla Romania, dalla Polonia e dall'Estonia. Alcuni giornali americani hanno titolato: "Lituania Mania".
Reclutate per le strade, nei negozi, nelle discoteche e addirittura nei mercati, le nuove modelle si sono imposte con stile ed eleganza tra le grandi top model. Scoperte quasi per caso e catapultate sotto i riflettori del mondo della moda, sono loro che si contendono le copertine dei più importanti magazine del settore e le campagne pubblicitarie degli stilisti più in voga. Oggi vivono tra Milano, Londra, Tokio, Parigi e New York. Queste ragazze, spesso giovanissime, incarnano i nuovi criteri di bellezza attuale: visi diversi ed espressioni ingenue, altezze statuarie e corpi perfetti, "allure" complessa e misteriosa. Semplicità e spontaneità che hanno ben presto lasciato trasparire sensualità, grinta e soprattutto il loro desiderio di sfondare. E ci sono riuscite.

Icone dei grandi defilè dell'inverno 2005 e dell'estate 2006, Eugenia Volodina, Natasha Polevshichikova detta poly, Hana Soukupova e Natalia Vodianova, così come tante altre, hanno conquistato le passerelle con pudore per sfoderare poi malizia e "savoir faire".
Il volto di Gucci per l'estate 2006 é rappresentato dalla ceca Hana Soukupova (terza foto a sinistra partendo dall'alto): pelle d'angelo e sorriso modesto che da tempo si é impadronita dei podium più prestigiosi (come per Yves Saint Laurent nel 2003) e delle pagine di Vogue in tutte le lingue. Due metri in altezza quando indossa i tacchi, dice intervistata: "La gente mi guarda quando cammino per la strada proprio perché sono alta e questo mi imbarazza molto". Sensibile e sportiva, lontana dal suo paese natale (ora vive a New York), Hana continua a mantenere le sue abitudini da ragazza: giocare a basket e prendere corsi di ceramica.

Un passato da Cenerentola ed un presente da principessa per la russa Natalia Vodianova: giovane Lolita di 20 anni con grandi occhi blu oceano. Nata in un piccola città industriale a cinquecento chilometri a sud di Mosca, in soli due anni figura tra le super top model russe: ha sfilato in esclusiva per Gucci a Milano ed ha aperto il defilé di Yves Saint Laurent a Parigi. Quando le si chiede quale fattore ha determinato questa sua folgorante ascesa, Natalia risponde senza esitare e contro tutte le attese: "Mio figlio". Mamma di un bimbo di pochi anni, divide le sue giornate tra carriera di top e vita di famiglia accanto al piccolo Lucas. Sposata, una vita stabile e tranquilla a New York, mostra con determinatezza di sapere cosa vuole e dove vuole arrivare.

Capelli castani, occhi blu leggermente a mandorla, naso perfetto, spesso scambiata per un'italiana o una brasiliana, Eugenia Volodina, ventunenne del Kazan (prima foto dall'alto a sinistra) ribatte "Eppure sono una vera russa!!". Eugenia non simboleggia la tipica bellezza dell'est: i tratti decisi e la forte personalità le permettono al contrario di giocare il ruolo della donna fatale e della vamp!! Ama Parigi dove vive attualmente perché le ricorda San Pietroburgo. In pochi anni si e' imposta nelle più prestigiose agenzie europee ed americane, ottenendo copertine su Vogue e la presenza sul Calendario Pirelli del 2005. Presente alle sfilate primavera-estate 2006, ha incarnato la nuova donna di Dolce & Gabbana.

Soprannominata Poly per semplicità, Natasha Polevshichikova (seconda foto a sinistra), impersonifica il nuovo neo - romanticismo della prossima estate sulla passerella di Roberto Cavalli. Poco più che ventenne, ha abbandonato da alcuni anni il freddo polare della Siberia per concedersi ai tepori della vita Parigina e Newyorkese. "Lo stress nel back stage, la paura prima di salire sul podio, l'eccitazione di camminare davanti ai flash......la sera ripenso a tutto questo e non desidero altro che ricominciare" afferma estasiata a chi le chiede cosa ama del suo lavoro.
Altri nomi ancora risuonano nei back stage dove spesso si parla più russo che inglese: Poulina Kouklina; Katja Shchekina, icona di Emilio Pucci; Vlada Roslyakova; e Sashia Pivovarova, nuova musa di Miuccia sia per Miu Miu che per Prada.
Ma cosa accomuna tutte le top venute dal freddo? Un forte sentimento: l'amore per il loro paese. E nonostante adorino la vita cosmopolita di modelle, vi ritornano ogni qualvolta se ne presenti l'occasione: là hanno lasciato genitori, fidanzati e la serenità dell'atmosfera familiare.
Il loro sogno nel cassetto? Acquistare una casa alla loro famiglia ed offrirgli una vita migliore. Un sogno che stanno vivendo ad occhi ben aperti!!!!

Sotto, nell'ordine: Hana Soukupova per Gucci, Eugenia Volodina nel calendario Pirelli 2005, Katja Shchekina, Natalia Vodianova, Poly, Poulina Kouklina, Vlada Roslyakova e sashia Pivovarova per Prada













 





Un sito dove trovare tutte le foto delle modelle più belle del mondo

Parla di modelle nella bacheca Moda e tendenze della Community della Girlpower