1 5

Gli influssi delle fasi lunari

Da sempre la luna e la sua mutevolezza hanno affascinato l'uomo, e in ogni culutra si riscontrano teorie relative agli effetti della fasi lunari, che da sempre sono considerate determinanti in molti trattamenti di bellezza: vediamo quali

A cura di Silvia Casini

 

luna_1_1Nel mito antico, la luna rappresentava la legge naturale del divenire della Terra e determinava gli eventi della nascita, della crescita e della fine della vita di ogni elemento. Per i Greci era Selene, sorella del Sole e dell’Aurora, e trainava il carro lunare. Per i Romani si identificava con Diana, la dea della caccia e secondo gli Egizi si incarnava in Iside, protettrice della fertilità e della maternità. 
La saggezza degli antichi ha attraversato i millenni lasciando che il satellite terrestre nell’immaginario collettivo continui a rappresentare l’universo femminile, la sua emotività ed energia. 

La luna e l’uomo 

Da sempre l’uomo si è rivolto al cielo per spiegare eventi, stati d’animo e giustificare la comparsa di alcune malattie. L’idea che la luna possa influenzare gli stati di salute ed il comportamento degli esseri viventi risale a tempi antichi. Ad esempio, con l’astronomia i Maya scandivano le fasi della loro vita e si regolavano per i tempi di semina e di raccolta del grano, per la previsione di periodi fortunati o di calamità naturali e per la comparsa di malattie. Tuttavia, fu dopo la scoperta della forza di gravità che si iniziò a pensare all’influenza della luna sulla vita dell’uomo. 

luna_2_1Da lì discendono tutte le leggende popolari che affermano come la luna abbia non solo un impatto positivo sull’uomo, ma anche negativo sulle persone e gli animali. Per secoli il plenilunio è stato associato al mito del vampiro, creatura che, con la comparsa della luna, succhia il sangue di esseri viventi per nutrimento. Nasce così la licantropia ed il mito del lupo-mannaro fino ad arrivare a Dracula, il vampiro più famoso che ha inspirato la fantasia degli scrittori "noir". Tuttavia, non esiste nessuna valenza scientifica ed oltre alle superstizioni e alle tradizioni antiche, non c’è nulla di fondato, ad eccezione della dimostrazione che le fasi lunari influenzano direttamente le maree

Gli effetti 

Dopo il Sole, la Luna è il corpo celeste che appare con maggiore evidenza se si osserva il cielo. Di conseguenza, è comprensibile il fatto che la luna, fin dall’antichità, abbia stimolato l’interesse e la fantasia dell’uomo. La sua misteriosa luminosità e la mutevolezza periodica del suo aspetto hanno da sempre spinto gli uomini a fantasticare su un’eventuale correlazione tra le vicende terrene e il nostro satellite. Infatti, le mitologie lunari si ritrovano in tutte le culture. Ancora oggi, la luna continua ad alimentare teorie condivise da molte persone. Tuttavia, se si escludono strani "effetti magici" non dimostrati, fra gli influssi accertati abbiamo la forza gravitazionale e la luce solare che essa riflette. 

L’effetto maggiormente conosciuto originato dalla forza gravitazionale lunare è costituito dalle maree, generate dall’attrazione congiunta della Luna e del Sole sugli oceani. Inoltre, va detto che la luce riflessa dalla Luna è molto debole rispetto a quella solare e quindi non in grado di alimentare la fotosintesi clorofilliana, ma sembra che abbia la facoltà di provocare certi movimenti (tropismi) in alcune specie vegetali. Inoltre, alcuni organismi marini sembrano avere un comportamento riproduttivo influenzato dalla luce lunare. 

Fra gli influssi presunti possiamo citare: influssi meteorologici, influssi sismici, influssi sulle pratiche agricole, influssi sulla biologia umana. Tuttavia, benché non esista un vero e proprio studio scientifico che attesti l’influenza delle lunazioni, ossia del tempo impiegato dalla luna per tornare alla stessa fase, su alcuni fenomeni biologici, come la crescita dei capelli o dei peli, la semina, l’invecchiamento del vino e la nascita, per molte persone la luna continua a scandire i ritmi della natura e talvolta persino il nostro umore. Di conseguenza, le fasi lunari continuano ad affascinare credenti e non ed aspettare la cosiddetta “luna giusta” potrebbe rivelarsi un modo per riflettere sulle azioni che si intendono compiere al fine di imparare a prendere tempo prima di agire. 

luna_3_1Le fasi lunari 

Il novilunio, ossia il giorno in cui la luna è completamente oscurata dalla Terra, è il momento migliore per liberarsi di un’abitudine o iniziare a dimenticarsi di un’esperienza passata. Ad esempio, potete cercare di smetterei fumare, perché i sintomi di astinenza dureranno di meno. 
Le giornate che segnano il cambio di luna (piena, ultimo quarto, nuova, primo quarto) aiutano l’instabilità dell’umore e costituiscono un’occasione propizia per depurare il corpo ed eliminare le tossine limitandosi nell’alimentazione. 
Durante la fase crescente, due settimane successive al novilunio, si accumulano le energie e le diete ricostituenti, l’assunzione di integratori alimentari a base di ferro, magnesio, calcio, svolgono un’azione più efficace sul nostro organismo. Tuttavia, per chi soffre di ritenzione idrica e gonfiori alle gambe sono giorni difficili, perché i liquidi si accumulano più facilmente. 
Durante la fase calante, all’indomani del plenilunio fino a tre giorni prima della comparsa nel cielo della luna nuova, viene favorita la depurazione del corpo attraverso il respiro e la sudorazione e si intensificano gli effetti dei trattamenti che aiutano lo smaltimento dei liquidi. Questo periodo è ottimo per chi è a dieta, perché l’organismo tende ad accumulare meno grassi. 

Fasi lunari e trattamenti

Tagliare i capelli. 
È preferibile tagliare i capelli in fase crescente perché si allungano più rapidamente, mentre per una ricrescita lenta e capelli più folti occorre tagliarli in fase calante. Sono giorni favorevoli anche per le tinture e permanenti, perché durano più a lungo. 

Cura della pelle 
La luna calante è propizia per i trattamenti di pulizia profonda e per i piccoli interventi estetici per rimuovere comedoni e foruncoli. Il periodo di fase crescente è un’ottima occasione per nutrire la pelle o fare maschere di bellezza. 

Massaggi 
Per massaggi rilassanti, distensivi e depurativi, come ad esempio il linfodrenaggio, occorre effettuarli durante la luna calante. Tuttavia, per i massaggi tesi a rinvigorire l’organismo, è indicata la luna crescente. 

Depilazione e manicure 
È consigliabile effettuare la ceretta in fase calante, mentre è preferibile abbellire e regolare le ciglia durante la luna crescente. Inoltre, per tagliare le unghie l’influenza del pianeta è neutra, ma è determinante il giorno della settimana: sì il venerdì, no il sabato. 

Per ulteriori informazioni: 
La Luna tra scienza e mito 
http://www.cicap.org/articoli/at100020.htm 
Lunario 
http://www.olistico.it/lunario/luna.htm 
Siti internet: 
http://users.iol.it/gibbidomine 
http://digilander.iol.it/gibbidomine/ 
http://lunar.arc.nasa.gov/ 
http://www.hq.nasa.gov/office/codec/PandD/greathall/4othannv/home.htm 
http://www.permanent.com/l_compos.htm 
http://www.seds.org/billa/tnp/luna.html 
http://zebu.uoregon.edu/~soper/Moon/history.html 
http://nssdc.gsfc.nasa.gov/planetary/lunar/lunarorb.html 
http://cass.jcs.nasa.gov/pub/research/lunar_orbiter/index.html 

Bibliografia: 
A. Fresa, La Luna: movimenti, topografia, influenze e culto, Hoepli, Milano, 1952 
AA. AA., Enciclopedia delle Scienze, De Agostini, Novara, 1983 
AA. VV., Enciclopedia agraria italiana, Ramo Editoriale degli Agricoltori, Roma, 1969 
Asimov Isaac, Una coppia di pianeti, Bompiani, Milano, 1965 
B. Castellino e L. Villani, Ciascuno ha la sua Luna, Canesi, Roma, 1961
Bianucci Piero, La Luna: dallo sbarco alla colonizzazione, 1999 
Bianucci Piero, La Luna: tradizione, scienza, futuro, Giunti Barbera, Firenze, 1988 
Bianucci Piero, Nati dalle stelle: viaggio nel cosmo alla scoperta delle nostre origini; un racconto scientifico che appassiona e affascina come il più popolare dei romanzi, Ed. Simonelli, 1997 
Flammarion Camille, L'astronomia popolare: descrizione generale del cielo, Ed. Sonzogno, 1909 
Fontanella Carlo, La corsa alla Luna, 1963 
Forti Umberto, La vita e la morte degli astri: pagine di astronomia popolare, 1929 
Fresa Alfonso, La Luna. Movimenti, topografia, influenze e culto, 1933 
Giuliacci Mario, Se non ci fosse la Luna..., 1997 
Johanna Paungger-Thomas Poppe, Salute e benessere in armonia con le fasi della luna, TEA, 1997
Johanna Paungger-Thomas Poppe, Servirsi della luna, TEA, 1996 
Lieber L.Arnold, Agel Jerome, Effetto Luna, 1978 
Light Michael, Luna, 1999 
Lovell Jim, Apollo 13, 1995 
Maffi Pietro, Nei cieli: pagine di astronomia popolare, Soc. Ed. internazionale, 1928 
Masini Giancarlo, La grande avventura dello spazio: la conquista della Luna, 1969 
Medi Enrico, La Luna ci guarda, 1970 
Melegari Vezio, La Luna e noi, 1995 
Righini Guglielmo, Terra Luna anno I, 1969 
Ruggieri Guido, La Luna, 1969 
Rush Anne Kent, Della Luna, 1980 
Schiapparelli Giovanni, Le più belle pagine di astronomia popolare, Ed. Hoepli, 1927 
Sermonti Giuseppe, Fiabe di Luna: simboli lunari nella favola, nel mito, nella scienza, 1986

gpt