1 5

Come fare lo shatush a casa

Torniamo a parlare di shatush, il metodo per schiarire i capelli in maniera naturale: farlo dal parrucchiere costa un bel po', ma possiamo anche farlo da sole. Ecco come fare lo shatush a casa!

A cura di Chiara Cogliati

Colore piatto e uniforme? Che noia!
Dimenticatevi i vecchi colpi di sole: sono preistoria!
Concentriamoci allora sulle nuove tecniche di colorazione per capelli, con effetti meno artificiali che esaltano i riflessi naturali creando splendidi effetti. I trattamenti possibili sono veramente molti: dal balayage, da effettuare con spatola e pennello, all’ uplighting, il famoso bicolor con le punte colorate ed estremamente cool!

E c’è poi l’altrettanto celebre shatush (conosciuto anche con il nome di ombre hair), molto utilizzato sia all’interno che all’esterno dei confini nazionali. Sono molte infatti le star che lo scelgono, mostrando splendide chiome esaltate poi da abbronzature perfette.

Ma di che si tratta?


LEGGI ANCHE: Cos’è lo Shatush?



Lo shatush si realizza applicando lo schiarente sui capelli temporaneamente cotonati. Non spaventatevi: l’effetto è particolarmente naturale, proprio come il capello schiarito da settimane di mare e di sole! Non tutti i saloni di parrucchieri però lo fanno e i prezzi a volte sono decisamente elevati.

E se ci fosse la possibilità di farlo direttamente e comodamente a casa vostra? Ebbene sì, con un po’ di maestria il risultato potrà quasi equiparare i costosi trattamenti degli esperti!

Vediamo insieme come fare.
Partiamo da una nota: la vera differenza con le classiche meches è che questo trattamento non va applicato in maniera uniforme alle singole ciocche, bensì viene distribuito solo sulle punte e nella parte finale del capello. Ricordatevi inoltre la cotonatura, in modo che il colore si spalmi in modo più disordinato e meno rigido, proprio per generare quell’effetto naturale che tanto desiderate.
Passiamo poi alle vere e proprie fasi.


LEGGI ANCHE: Sui capelli? Ghirlande di fiori


Per prima cosa occorre preparare la crema decolorante; sempre meglio utilizzare prodotti professionali e nella scelta del colore non eccedere: due o tre toni più chiari del colore di partenza saranno più che sufficienti per creare la sfumatura che bramate.
Passate ora alla preparazione dei capelli. Soprattutto se lunga, la vostra chioma va suddivisa in più zone per facilitare l’operazione di decolorazione: una ciocca centrale, due laterali e due sulla nuca. Fermate ora ogni ciocca con un elastico morbido.


E’ il momento di cotonare! Prendete le ciocche, tiratele verso l’alto in modo perpendicolare alla testa e muovete il pettine (meglio se con i denti stretti) in direzione opposta, verso le radici. Il movimento da fare è veloce e va ripetuto per 5-6 volte a ciocca. Il risultato potrebbe sembrare vagamente anni ’70, con un capello gonfio e leonino: non spaventatevi, l’effetto passerà velocemente!

A questo punto prendete la crema decolorante precedentemente preparata e applicatela sulle punte, aiutandovi con un pennello.
E il tempo di posa? 15 minuti dovrebbero bastare, ma ogni tipo di capello reagisce in modo diverso. Osservate il risultato dopo 10 minuti e ricontrollate poi ogni 5, fino a decidere quando togliere il tutto. Ricordatevi che più tenete la crema in posa e più il capello si schiarirà.


LEGGI ANCHE: Tingere i capelli da sole


Shampoo, balsamo e la solita piega completeranno il tutto! Voilà, la magia è conclusa: in poco tempo luminosità e vivacità vi renderanno splendenti!

gpt