strip1-gossip
1 5

Tiziano Ferro fa coming out

Ha fatto scalpore la confessione di Tiziano Ferro a Vanity Fair, che precede un libro autobiografico: il cantante ha ammesso di essere gay. Qualche breve considerazione

adsense-foglia-300
"Voglio innamorarmi di un uomo". Questa l'affermazione più stigmatica rilasciata da Tiziano Ferro a Vanity Fair (e debitamente spiattellata in copertina), in un'intervista che in poche ore ha fatto parlare e straparlare tutta l'Italia. Perchè Tiziano, dopo anni di successi discografici e totale riserbo sulla sua vita privata, ha detto ad alta voce di essere gay.

E allora? Qualcuno ha alzato le spalle considerando banalmente che l'omosessualità della nota popstar era evidente o comunque immaginabile da lustri. Qualcun altro è rimasto a bocca aperta. Qualcun'altro ancora ha ammirato il coraggio di Tiziano nel fare a cuore aperto una dichiarazione tanto "estrema". La verità è che il vero scoop non è "Tiziano Ferro è gay", bensì "Tiziano Ferro ha avuto il coraggio di confessare di essere gay".

tiziano-ferro-outing-1L'intervista, in edicola da ieri su Vanity Fair, precede un volume che arriverà nelle librerie a fine mese, intitolato "30 anni e quattro chiacchiere con papà". Nel libro Tiziano ha raccolto i suoi diari degli ultimi 15 anni. E, stando alle anticipazioni, nel libro ci sono numerosi passi di una sincerità disarmante. Tiziano racconta se stesso, porta sotto i riflettori tutte le cose non dette, i momenti più travagliati degli ultimi anni. I problemi di bulimia, il rapporto contrastato con la sua identità sessuale, l'illusione di mettere a tacere tutti i problemi allontanandosi da famiglia e amici. E infine la decisione di chiedere aiuto, di andare in analisi, la voglia di vivere meglio con se stesso. E la voglia di innamorarsi.

Lungi dalle facili ironie che imperversano in queste ore (specie da parte di chi "tanto lo sapeva") noi ci sentiamo di fare qualche breve considerazione.
La prima è che gli orientamenti sessuali di un personaggio pubblico non sarebbero a onor del vero affar nostro.
La seconda è che, nonostante ciò, a Tiziano Ferro va riconosciuto il coraggio e l'onestà di essersi esposto in questo modo.
La terza è che viviamo ancora in un paese in cui l'omosessualità è un problema per chi è omosessuale, in cui accettare i propri orientamenti sessuali richiede un percorso travagliato. Ma soprattutto in un paese in cui dire ad alta voce quello che si è viene considerato un atto di coraggio, che comporta anche dei rischi. Un paese in cui si continua a negare l'evidenza, e in cui un semplice modo di essere (perchè questo è l'omosessualità) diventa uno scoop.
Per questo Tiziano merita stima e rispetto.