• Controllo utente in corso...
NAVIGA IL SITO
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

Anoressia: una testimonianza

Così comincia l'incubo: ci si vede grasse, non ci si ama, ci si sente forti nel digiunare perchè ci dà l'impressione di avere controllo sul nostro corpo. E i chili persi non sono mai abbastanza. La testimonianza drammatica di una nostra lettrice

110
Commenti

Pagina 1 di 12:
1 2 3 4 5 6 > »
giuly domenica, 26 agosto 2012

come te...

ho letto quello che ha scritto Alice e mi sembra di leggere nella mia testa...ho 27 anni,alta 170 cm per 55 di peso e mi vedo cosi' terribilmente grassa.odio il mio corpo,lho sempre odiato e ora e' arrivato ilmomento del blocco...la pancia brontola,ma non riesco a far passare niente dalla mia bocca se non brodo vegetale (200ml)...conto tutte le calorie di ogni cibo,mi peso in continuazione,oggi la bi
ancia segnava 53,9 felicissima!!!!le costole si vedono bene,ma voglio arrivare a 50 kg voglio poter mettermi in costume senza sentirmi grassa....voglio poter mettere la minigonna e vedre le mie gambe da fenicottero!voglio accarezzare il mio corpo e sentire le ossa.

n° 60
kathie mercoledì, 2 marzo 2011

l' anoressia si può sconfiggere

ciao a tutti, sono kathie, sono una modella da quando ho 15 anni e ne ho viste di tutti i colori. Io per fortuna non ho mai avuto problemi di anoressia o di peso in generale, sono alta 1,76 e peso 61 kg. Lavorando in questo settore mi sono ritrovata faccia a faccia con ragazze che soffrono di anoressia, ho visto molte mie amiche cadere in questo tunnel spaventoso ma ne ho viste tante guarire...non è impossibile ragazze, dall'anoressia si può guarire, il primo passo è farsi aiutare, andare da un dietologo e da uno psicologo. L' anoressia si può sconfiggere, non fatevi distruggere la vita da questa malattia.
Per le ragazze che voglino dimagrire: non mangiare non serve a nulla, basta andare da un dietologo e sempre con l'aiuto del dietologo scegliere un'adeguata attività fisica, non cercate di perdere peso da sole, fatelo sempre con l'aiuto di un dietologo.

n° 59
erica sabato, 4 dicembre 2010

aiutatemi perfavore

la mia migliore amica ha un grave problema ... non so come chiamarlo...
lei spesso ha fame ma si rifiuta di mangiare , mangia solo frutta è vegetali, mai un po di pasta o pane ! è una bellissima ragazza alta 1.75 , pesa 46 kl .
a volte quando mangia molto prova a vomitare ma non ci riesce , si deprime , e si vede totalmente brutta ! lei ha un bel rapporto con la madre , ma quando è in crisi la tratta malissimo ! molte giornate le passa a pingere e in classe sempre si vede le gambe è le misura ! io e la sua famiglia siamo moltissimo preoccupati ... volevamo che andasse dallo psicologo ma lei si è talmente rifiutata ! ha una completa fissazione e si preoccupa di ingrassare !
PER FAVORE ... come ne puo uscire da questo problema ? cosa consigliate ? cosa dobbiamo fare ?

n° 58
Moonlight_ venerdì, 27 maggio 2011

R: aiutatemi perfavore

Ciao... so che hai pubblicato questa "richiesta di aiuto" un po' di tempo fa e spero vivamente che da quel momento la tua amica si sia ripresa.
In caso contrario la cosa più importante è che tu la faccia sentire amata e voluta. Stalle vicino e non lasciarla mai, non farle pesare il fatto che non mangia. Prova invece a spingerla in modo naturale verso il cibo, senza insistere ne parlarne troppo. Se ha problemi in famiglia o con altre persone il suo problema potrebbe essere proprio quello. La cosa più importante è che tu le faccia capire che le vuoi bene comunque e piano piano capirà di aver sbagliato da sola e ne uscirà gradualmente.
Ti parlo così perché anche io ho sofferto di disturbi di questo genere e più mi parlavano del cibo e del fatto che dovessi mangiarlo più io mi ostinavo a dimagrire.
Per fortuna la mia migliore amica non mi ha mai abbandonato e lentamente ho ricominciato a mangiare, a partire da cibi poco grassi e sempre quando ero in sua compagnia.
Spero di esserti stata d'aiuto,
Moonlight

marta martedì, 10 maggio 2011

R: aiutatemi perfavore

Senti, mi sembri molto preoccupata e quindi vorrei cercare di darti qualche consiglio.. So che la tua "richiesta d' aiuto" risale a un po' di mesi fa e magari la tua amica è già guarita ma nel caso non lo fosse. Non ho avuto persone vicine a me che soffrono di questa malattia ma forse questi consigli possono esserti utili: secondo me non dovreste obbligarla a mangiare, ma falle un discorso. Tu e lei da sole. Fallo con tono un po' da rimprovero e alterna invece momenti di (come dire) "compassione".. Se hai bisogno di spunti per il discorso avvertimi pure sarò felice di aiutarti! Buona fortuna!

Lady martedì, 14 settembre 2010

si può uscire..

Ciao.. anke io capisco cosa si prova..ci sono stata dentro anke io..sono alta 1.80 e sono arrivata a pesare 48 kg nel giro di pochi mesi.. passavo tt le giornate fuori casa x motivi di studio e qst voleva dire intere giornate a digiuno, tanto nn mi controllava nessuno.. poi un giorno mia madre mi si è rivolta a un centro di disturbi alimentari.. ero a rischio di vita..e fu quel giorno k ho capito k stavo gettando via la mia vita.. avevo solo 19 anni.. fino ad allora ero sempre stata una ragazza piena di vita cn tnt sogni.. ma qst malattia mi aveva totalmente cambiata.. cosa ero diventata?? ero aggressiva cn chiunque.. ero una delusione x i miei genitori.. intorno a me avevo creato il vuoto.. nn riuscivo più a studiare, a concentrarmi.. nn ero più nulla!! e quel giorno mi veniva offerta la possibilità di crearmi nuovamente una VITA.. sapevo k imiei genitori, la mia famiglia mi sarebbe stata accanto.. è stata dura: anke io inizialmente nn seguivo alla lettera la dieta della nutrizionista.. ma col passare del tempo, cn l'aiuto dei miei cari, della psicologa k mi ha seguita e cn la FORZA DELLA MIA VOLNTA ce lo fatta!! nel giro dei 2 anni sn riuscita ad abbandonare quel tunnel e ritrovare la luce.. ora sn contenta: ho ripreso gli studi, ho di nuovo tnt amici..sono FELICE!! ragazze so k è dura.. ma ce la potete fare.. in qst 2 anni ho conosciuto tnt altre ragazze/i nella nostra stessa situazione ma anke loro ce l'hanno fatta!! nn buttate via la vostra vita.. siete ancora in tempo!! vi auguro cn tt il cuore di riuscire a trovare al più presto la forza x andare avanti!!

n° 57
marco domenica, 21 aprile 2013

R: si può uscire..

ciao,io ho la mia ragazza che purtroppo e' arrivata a pesare fino a 28kg.h.156,tutto e' accaduto sotto voce,non e' mai stata grassa,ne voleva fare la dieta,pero' giorno dopo giorno vedevo che il suo corpo cambiava,ogni volta ne parlavamo a lei dava fastidio,dopo tutto la sua famiglia sembra che neanche si accorgeva di tutto,dopo2anni circa e'nella medesima situazione,io ho provato ha convincerla di andare in qualche centro,ma senza risultati.la cosa +triste che lei con la complicita' della sua famiglia mi e' stata messa contro,e sembra che tutto questo sia stata colpa mia.la mia unica speranza e' che lei possa guarire,ma non so.nonostante mi ha allontanato le cose non sono cambiate.ma vedo che lei e'cambiata come persona,mi chiedo con un sottopeso cosi' si potra' mai guarire?io la sola cosa che posso fare e' quello di pregare per lei che possa guarire.

ros domenica, 21 aprile 2013

R: si può uscire..

come si fa

chiara giovedì, 9 settembre 2010

si può fare

Ciao a tutti...sono stata affetta da anoressia nervosa per due anni.. Quei due anni sono stati un incubo. E' successo tutto per un'offesa di troppo e da quel giorno per me buio totale. In poco tempo smisi di mangiare ed era mia intenzione dimagrire solo un poco ma sono bastate due settimane e il mio cervello non mi ha più permesso di mangiare. Se non rispettavo i limiti imposti dall'abitudine di non toccare cibo i sensi di colpa mi mandavano fuori di testa,non ero più io. In quel dolore mi sentivo sola,senza nessuno che poteva comprendermi totalmente. Quando realizzai che se mangiavo più di un'insalata e di una mela al giorno mi sembrava di impazzire perchè avevo paura di ingrassare chiesi aiuto. Cominciai la terapia ma non seguivo la dieta che mi davano e non ascoltavo la psicologa,avrei voluto ma era più forte di me non mangiare. Mi sparì il ciclo,perdevo sangue dal naso quasi tutti i giorni,dovetti smettere di giocare a pallavolo perchè accusai problemi al cuore ed è stato qui che decisero di ricoverarmi ed è anche stato qui che ho deciso di saltarci fuori. Provai a seguire la dieta e con la velocità con cui mi ammalai sono riuscita a saltarci fuori;credo di averlo fatto per mia mamma che vedendomi stare male durante quei due anni si era spenta. Volevo cominciare a vivere una nuova vita e mi sono quasi uccisa...volevo farmi accettare dagli altri e invece sono arrivata ad un punto che per me gli altri non esistevano più. Esistevo solo io e i miei 38 kg da raggiungere. Il pensiero angosciante del cibo credo che mi accompagnerà sempre perchè sono esperienze dolorose che ti cambiano la vita ma si può fare,si può stare meglio,si può controllare questa paura di ingrassare e dopo ti sembra di rinascere davvero.

n° 56
Chiudi
Aggiungi un commento a Anoressia: una testimonianza...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 12:
1 2 3 4 5 6 > »